de / it / en
Materiali & Creazione

Materiali e Creazione

Gli ingredienti hanno un’importanza primaria

Legno – Legno della zona di altissima qualità.

Il legno è una delle materie prime più belle, preziose ed eleganti grazie al suo calore naturale e al suo costante cambiamento: si possono apprezzare le sue venature, perché il legno respira e vive, abbellendosi con il passare del tempo. Il legno è apprezzato in ogni parte del mondo e si addicono corrispondono diversi aggettivi: caldo, naturale, bello ed elegante, intimo ed accogliente, sano e pulito, vitale. Il legno di Ferdinand Stuflesser 1875 è accuratamente selezionato e di prima qualità. Il legno prescelto viene fatto essiccare in modo naturale prima di essere scolpito. Vengono lavorati legni rinomati come il legno cirmolo (della famiglia del pino) ed il legno tiglio che sono legni teneri, e legni duri come il legno rovere, di noce, di castagno o il mogano. Festeggi la Sua statua in legno!

Bronzo – Elegante e durevole nel tempo.

Il bronzo è una materia bella e solenne, maestosa ma immobile. Il bronzo è una materia sensibile alla luce, che crea così spazio al gioco dei riflessi. Ha mai visto l’effetto che produce una statua in bronzo baciata da un raggio di sole? Il bronzo è apprezzato perché molte leghe di bronzo hanno l’insolita e utile proprietà di espandersi lievemente poco prima di solidificare, riempiendo ogni minimo vuoto dello stampo che le contiene. Ciò permette, nella scultura finita, di rendere perfetto ogni minimo dettaglio del lavoro dell’artista. Con il termine bronzo si designa una grande famiglia di leghe di rame con zinco, stagno e a volte altri costituenti minori. Il bronzo usato dai ns. laboratori è di prima qualità.

Marmo - Una forma di vita proveniente dalla natura.

Il marmo in generale, come anche gli importanti marmo di Carrara e marmo di Lasa, è una roccia metamorfica composta in modo prevalente di carbonato di calcio. Il vocabolo marmo deriva dal greco antico mármaron che significa "pietra splendente cioè pietra brillante. In pratica il marmo dà luogo ad un mosaico di cristalli di calcite o di dolomite (minerale). Il colore del marmo (dal bianco al giallo, dal rosso al nero) dipende dalla presenza di impurità minerali (sabbia, limo, argilla e tanti altri), esistenti in granuli o in strati nella roccia sedimentaria originaria. Durante il processo di metamorfosi le impurità si spostano e si ricristallizzano (questo per la pressione ed il calore). I marmi bianchi, come il marmo di Carrara o di Lasa, sono esito della metamorfosi di rocce calcaree prive di impurità. Ferdinand Stuflesser 1875 usa marmo di prima qualità.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità orientata alle tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento tranne che al link sopra indicato, acconsenti automaticamente all’uso dei cookie.
OK